addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

lunedì 29 agosto 2011

Come insegnare al cane a venire al richiamo

Salve signor ezio,
ho una cagnetta di appena 5 mesi...

Avevo alcuni problemi a lasciarla a casa sola ma fortunatamente con tanta pazienza ce l'ho fatta ora però ho un altro problema...

Quando era piccolina giravamo sempre senza guinzaglio poi sono stata a Roma per un mese (premetto sono nata a roma ma vivo in un paesino ad avellino) l'ho tenuta al guinzaglio e ora se la sciolgo scappa e non segue più, non mi ascolta se la sciolgo... come devo fare???
Grazie in anticipo.
-----------------------------
Ci penso un po' e poi le metto la risposta con un post sul sito, però vorrei avere qualche informazione in più:
in quali occasioni scioglie la cagnetta? Cioè,.. intendo dire durante le passeggiate in campagna o anche che ne sò.. quando va a fare la spesa?
Cosa fa quando la cagnetta anziché seguirla scappa dall'altra parte? Come passa le sue giornate? Viene in contatto anche con altre persone?
E' un animale che diventerà di taglia piccola, media o grande?
Se ce la fa mi piacerebbe anche avere una foto da inserire nel blog.
A presto
Ezio
------------------------------
Le rispondo allora lola il suo nome è una cagnetta media taglia di solito la sciolgo in un campo a porte chiuse una specie di stadio dove anche altri cani giocano...
L'ho sempre portata li e quando era piccola appunto stava sempre vicino a me o comunque se la chiamavo veniva.....
Ora quando la porto non posso stare un momento rilassata a fare una passeggiata perche la devo richiamare sempre, ora.... Sotto casa c' è un piazzale dove la portavo a giocare sciolta da piccola.... Ma ora scappa, lei è sempre stata e lo è ancora una cagnetta socievole
è sempre stata a contatto co bambini e persone in generale e si fa amare perche è una giocarellona...
le racconto un'episodio stavamo facendo la solita passeggiata ... Ad un certo punto ho perso di mano il guinzaglio davanti a noi c'era un muretto di circa un metro
era appena tornata come le dicevo da roma pensavo che si fermasse invece ha saltato il muretto ed è corsa via io la chiamavo mentre gli correvo dietro ma lei non si fermava...
Fortuantamente un bimbo che mi conosce l'ha fermata non sapevo cosa fare..... Vede prima non l'avrebbe mai fatto e non capisco....
Comunque alcuni veterinari mi hanno detto che dovrebbe discendere dal labrador ma non so....
-------------------------------
Ma non mi ha detto cosa fa quando la cagnetta le scappa.....
Le urla dietro? la chiama per nome? ha un comando per il richiamo .. tipo VIENI? l
Le corre dietro? si mette a camminare in un'altra direzione? cosa fa di preciso?
-------------------------------
Quando era piccola gli dicevo "ciao Lola" e lei di corsa veniva ed io andavo nella direzione opposta ora se lo faccio a volte viene e non mi fa sgolare
altre glielo devo dire 800 volte altre non viene proprio.... Comunque dopo quell'episodio la sciolgo al campo ma poco sente se la chiamo solo se corro mi segue a volte...
Se gli servono altre informazioni mi dica...
--------------------------------
Dimenticavo quando scappa gli corro dietro urlando il suo nome e anche la frase " ciao lola" forse sbaglio ma ci provo meglio che non fare niente mi dica lei grazie....
--------------------------------

Ciao giorgia,
adesso ho un quadro abbastanza completo...

Innanzi tutto farei la considerazione che non è il fatto che sei andata a Roma e hai cambiato per qualche tempo la vostra routine che fa sì che il rapporto stia cambianto.

E' semplicemente che la cagnetta sta cresendo.

Finchè era cucciola era completamente dipendente da te e bastava il suono della tua voce per farla accorrere.

Adesso sta crescendo e, fidandosi sempre di più delle proprie possibilità, esplora il mondo.

Molto spesso chi non conosce i cani pensa che sia sufficiente parlargli per essere "ascoltati". NON E' COSI'.

I cani non capiscolo le lingue degli esseri umani.

Interpretano il linguaggio del corpo, il tono della voce e sanno leggere i segnali inviati dal proprio padrone in maniera molto fedele, ma se alla base non c'è un insegnamento, una comunicazione condivisa, non possono essere in grado di fare ciò che il loro compagno umano desidera.

Non so se hai letto il post specifico su questo argomento (http://www.addestramento-del-cane.com/2010/04/educazione-del-cane-al-richiamo.html) dove viene spiegato COME insegnare al cane a venire SEMPRE al richiamo.

Leggilo e rileggilo bene perché su quel post c'è tutto ciò che ti serve per far si che il tuo cane venga da te quando lo chiami.

Gli errori da evitare in questa fase critica sono:

Perdere la calma quando il cane scappa;

Urlare e adottare un linguaggio corporeo di rigidezza e perdita di controllo;

Inseguire il cane;

Ripetere più volte il richiamo (nome>comando), se continuiamo a chiamarlo e lui non viene e perdiamo il controlllo della situazione, gli stiamo insegnando che quando viene richiamato può tranquillamente continuare a fare quello che sta facendo e ignorarci.

Se i consigli indicati nel post dedicato al richiamo non dovessero bastare,  per allenarti con la tua cagnetta puoi legarle al collare una cordicella sottile o uno spago robusto lungo diversi metri.
Questo ti permetterà di avere il controllo del cane anche se si allontana.

Se quando impartisci l'ordine (Nome del cane>Vieni) non accorre prontamente, la devi tirare dolcemente
verso di te premiandola e facendogli un sacco di feste quando arriva.

Il tutto con calma e tranquillità, senza alzare troppo la voce, senza sgridare il cane, senza strattonarlo bruscamente.

In particolare ricorda:

MAI punire il cane quando arriva, neppure se fosse arrivato con molto ritardo. I cani vivono nel presente, il cucciolo non può associare la punizione al ricordo di un errore commesso "prima" (quello di non venire),  se fai così ogni volta che lo chiamerai si chiederà se lo stai chiamando per infliggergli una punizione.
Questo è l'errore più grave (e ahimé più frequente) che si possa commettere.

Il cucciolo va chiamato con il comando completo "Nome del cane>Vieni" e non solo con il nome.
Il nome lo sente mille volte al giorno, in mille occasioni diverse e non solo quando vogliamo che venga presso di noi: quindi non basta a farlo scattare con la dovuta prontezza.
Il solo "Vieni" potrebbe andare meglio, ma se si premette il nome si attira l'attenzione del cane in modo che possa recepire perfettamente l'ordine che in questo modo viene rafforzato.

Guarda questo bell'esempio su you tube





Fammi sapere come procede e scrivimi pure se hai qualche difficoltà.

Ezio

Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni, qualsiasi commento sarà comunque gradito.

mercoledì 24 agosto 2011

non abbandonare il cane,.. piuttosto




martedì 23 agosto 2011

esposizione nazionale a Sacile 2011

Ieri sono stato alla Sagra dei Osei di Sacile (che viene fatta da 738 anni..). Nel contesto della sagra si svolge anche l'esposizione canina nazionale che, essendo vicina a dove abito, frequento tutti gli anni anche se non ho cani da esporre.

Purtroppo ieri non c'erano molti terrier iscritti, ed in particolare non c'erano Airedale e Fox terrier, razze alle quali sono particolarmente affezionato.

A dire il vero ho avuto l'impressione che ci fossero pochi cani in generale, probabilmente il gran caldo ha spinto gli espositori a sottrarsi ad una giornata di sofferenza garantita.

C'erano gli stupendi Doberman di Diana Varlamova dell' Allevamento "Del Sangue Blu" (www.delsangueblu.it)














Nel ring dei terrier ho visto dei  Parson Jack Russel 


un bel Bedlington Terrier



un giovane Bull Terrier


degli Staffordshire Bull terrier



La cosa più eclatante comunque era il caldo cocente.....

I poveri animali ed i loro proprietari facevano veramente pena, per fortuna una buona parte si poteva riparare all'ombra degli alberi ma la temperatura era veramente impossibile.

Bisogna dire che gli espositori facevano di tutto per alleviare le sofferenze dei loro beniamini e si preoccupavano più dei cani che di loro stessi, come la signora col suo pastore del bernese che rinfrescava con un  Phon che emanava aria fredda



oppure il proprietario di un bel terranova nero che aveva piazzato un bel ventilatore davanti alla gabbia del cane



d'altra parte ieri è stata una giornata dura per tutti uomini e cani, anche il telegiornale ha parlato del problema dei colpi di calore per i cani





Certo un po' di caldo ci voleva ma ci ha colto di sorpresa.

Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni, qualsiasi commento sarà comunque gradito.

giovedì 18 agosto 2011

educare il cane alla passeggiata in città - bellissimo video su you tube

Navigando in internet mi sono imbattuto in un annuncio per la vendita di una cucciolona di pastore tedesco.

Un animale bellissimo equilibrato educato ed addestrato alla perfezione.

Il cane si può ammirare in un bellissimo video di you-tube dove viene mostrato in una passeggiata didattica in città, nelle varie situazioni che si presentano quotidianamente: