addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

martedì 25 ottobre 2011

Pincher "da slitta"





ciao Ezio sono Mara,
anche io avrei bisogno del tuo aiuto...
ho un pinscher di tre anni che mi da problemi sia sul camminare al guinzaglio (ho un cane da slitta :-) )e sia nell'abbaio..
abbaia ogni un minimo rumore soprattutto quando lo porto dal mio ragazzo che ha il giardino... non ti dico... possono premiarlo come il miglior abbaiatore!!!si scatena e non riesco proprio a farlo smettere!! allora lo prendo in braccio e lo sgrido.. ma mi rendo conto che non risolvo nulla...anzi essendo anche dispettoso credo che alcune volte lo faccia apposta :-)
cosa posso fare???
aiuuuuutooooooooo!!!

ti ringrazio anticipatamente!!!!!!!

ciaoooo
____________________________

Ciaooo Mara!

ecco l'interpretazione  che il noto addestratore messicano/americano Cesar Millan da al tuo problema:



Cesar è molto efficace con i cani però alcune persone non sono daccordo con i suoi metodi e preferiscono adottare un metodo più dolce o per meglio dire il "metodo gentile".

Il concetto comunque è quello di interrompere certi modi di reagire del cane un attimo prima che si manifestino.

Angelo Vaira per esempio nel suo libro "Dritto al cuore del tuo cane"


mutuando la terminologia della PNL (programmazione Neuro Linguistica), parla di "interruzione di schema" e dice:
" Se per esempio abbiamo al guinzaglio un cane che si dimostra aggressivo verso un altro quattrozampe e restiamo immobili, i circuiti neuronali preposti allo schema "aggressività-abbaio" verranno rinforzati per tutto il tempo, e potenzieranno l'aggressività del cane.

Ma anche punire con una strattonata è un errore, perché il cane potrebbe smettere di abbaiare, le sue emozioni saranno comunque intense e ostili verso l'altro cane e, anzi, peggioreranno a causa dello strattone. Chiamo questi interventi maldestri accartocciamenti, perché il tentativo di migliorare le cose si rivela un autogol. Infatti il cane diventa più ostile verso gli altri perché li associa allo strattone che ha subito e, non appena è al di fuori della portata del conduttore, sarà pronto ad aggredire.

Devi interrompere lo schema in modo rapido e gentile. Prima di trovarvi a tu per tu con l'altro cane, "costruisci" un segnale per mezzo dei rinforzi e quindi esercitalo finché non diventa significativo e pronto. L'esercizio è: "segnale (schiocco delle labbra)  - premio". Va ripetuto più volte e in situazioni diverse, come abbiamo visto nel quinto capitolo. Esso sarà un'ancora legata a emozioni positive e al contempo significherà due cose: "Attento guardami!" In questo frangente ti servirà per interrompere lo schema e poi dire al cane ciò che vuoi che faccia."

Fammi sapere come procede e se hai problemi contattami pure quando vuoi.

ezio(@)addestramento-del-cane.com


Se questo post ti è piaciuto, oppurese non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.

Nessun commento:

Posta un commento