addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

sabato 4 febbraio 2012

Cane maschio che segna il territorio

 NateLove (flickr)

Cristina scrive:

Da quello che ho letto e' importante far capire al cane chi comanda e fin qui tutto ok! Non ho problemi nel portare il cagnolino a spasso a farlo ubbidire ai comandi il problema piu' grosso seppure il cane sia "mignon" un Pincher nano e' il continuo segnare il territorio e quaesto accade sia in casa che in giardino! Sono arrivata al punto di far stare fuori il cane perche' non era piu' possibile una convivenza in casa! Non potevo lavare tutti i giorni il divano e dico tutti i giorni! Qualsiasi cosa venga lasciata fuori che si tratti di una bici, di una busta della spesa, per nn parlare dei fiori che vengono sistematicamente bruciati e....il fortissimo odore che infastidisce non poco e....l'igiene ! Insomma sta diventando una situazione insostenibile al punto che ho pensato persino di regalarlo ma mi spiace per mio figlio... E comunque vorrei almeno provare a risolvere il problema! Oltretutto e' furbo, lo fa solo quando sa di non essere visto! Che devo fare? Grazie sin d'ora !Cri
_______________________
Ezio:
I cani, soprattutto i maschi, "segnano il territorio".

Annusano per sentire se qualcun altro (o loro stessi) hanno lasciato il proprio odore e "marcano" nuovamente.
Quando un punto è stato segnato , finché emana odore, continua ad essere ripassato.

"Marcare" il territorio con l'urina per il cane significa stabilire la sua dominanza o l'affermazione che qualcosa gli appartiene.

Segnano il territorio anche i cani in situazione di "ansia da separazione", perché marcare il territorio contribuisce a far crescere la sicurezza in se stessi.

Le razze di piccola taglia tendono a marcare il territorio in casa di più delle razze più grandi.

Alcuni cani sentono il bisogno di alzare la gamba e "segnare" tutte le cose nuove che entrano in casa, siano borse della spesa, nuovi mobili o cose che appartengono agli ospiti.   
Per liberarti da questo problema devi agire su due versanti: 
  • eliminare completamente l'odore
  • eliminare il comportamento
Eliminare completamente l'odore dalle parti contaminate dall'urina di cane non è una cosa semplice specialmente su superfici porose (legno), i cani hanno un olfatto potentissimo e lavare semplicemente la superficie con prodotti "normali", non è sufficiente. 

Se le superfici non sono molto impregnate dopo aver lavato bene con un prodotto detergente puoi usare una soluzione di acqua e aceto per neutralizzare l'ammoniaca contenuta nell'urina.

Nei negozi per animali ci sono dei prodotti specifici per la pulizia e/o addirittura repellenti.

L'importante è non usare prodotti a base di ammoniaca perché, anziché eliminarlo, rinforzano l'odore.

Quando le superfici sono perfettamente pulite è utile impedire l'accesso alle zone incriminate per almeno un paio di giorni, dopodiché si può far rientrare il cane nei suoi luoghi abituali  facendo attenzione a non perderlo di vista nemmeno per un secondo.

Confina il cane in una stanza dove possa essere tenuto costantemente sotto controllo.

Coglierlo sul fatto facendogli provare una sensazione negativa è la cosa più potente che puoi fare.

Il tempismo è fondamentale.

Devi munirti di una bottiglietta di plastica nella quale sono state inserite delle monetine e appena il cane fa semplicemente il gesto di alzare la zampai agita con forza la bottiglia per interrompere con il forte rumore l'azione del cane.

Oppure afferra velocemente il cane per la collottola (la stessa azione che fa la mamma con i cuccioli quando oltrepassano certi limiti) dagli una scrollatina e ponilo per qualche tempo in un'altro luogo (o una gabbia) dove sia chiuso e isolato per un po' di tempo.

Non occorre che stia isolato ore, il cane vive nel presente, dopo qualche minuto è già scollegato dall'evento, l'importante è che colleghi l'azione del "marcare in casa" con la sensazione negativa e l'isolamento sociale.

Se il cane non è destinato alla riproduzione si può prendere in considerazione la castrazione.

I cani che vengono sterilizzati da giovani tendono a marcare molto meno il territorio e questa pratica può avere effetti positivi anche nei cani più anziani.

Parlane con il tuo veterinario, ti saprà dare tutte le indicazioni necessarie.

Un'altra soluzione potrebbe essere impedire "fisicamente" al cane di urinare facendogli indossare una "belly-band" come queste:






Ti consiglio inoltre, oltre a ripassare i vari post di questo blog, di acquistare qualche libro o scaricare un corso in video lezioni su come addestrare il tuo cane cliccando qui



Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni, qualsiasi commento sarà comunque gradito.

7 commenti:

  1. salve,ho letto la problematica xchè io ne ho + o - una simile,ovvero :il mio pincher di 4 anni non marca il territorio di casa sua,ma di casa di mia madre che non ha nessun animale pero' solo in camera da letto!!xchè??e come fare??
    grazie
    giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È difficile capire perché,.. però sul come fare direi che è semplice.

      Basta non farlo andare in camera da letto... per esempio chiudendo la porta

      Elimina
  2. Mi sembra un concetto superato ormai da tempo quello del punire il cane (anche se non in maniera violenta) quando sta cercando di comunicare qualcosa: esclusi i casi in cui "veramente gli scappa" mi pare completamente insensato provocargli uno stress maggiore di quello che gli ha provocato il marcaggio (perchè non scordiamoci che il 90% dei casi in cui avviene in casa ha questa motivazione!). Piuttosto userei il metodo opposto: premiarlo e complimentarsi con lui sino alla nausea quando la fa nel luogo giusto, e magari all'inizio aiutarlo anche a scoprire il luogo giusto, sia accompagnandolo "di peso" durante l'atto se lo si coglie in flagrante (soprattutto nei cuccioli), sia tenendolo, con taaaanta santa pazienza anche ore al parchetto finchè non la fa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si così viviamo nel urina del cagnolino nn mi sembra una buona idea quella di premiarlo ... dopo ke markia il territorio... direi tutta casa.

      Elimina
    2. forse hai frainteso il messaggio dell'anonimo qua sopra. intendeva dire di premiarlo quando fa pipì nel posto _giusto_
      lo porti fuori e ogni volta che fa pipì e cacca lo premi, lo coccoli, gli fai i complimenti (metodo consigliato anche nell'articolo).
      per me come sistema non basta (o sbaglio io o il mio amico peloso è testardo), una sculacciata o rumore improvviso, comunque un rimprovero _nel_momento_in_cui_sta_marcando_casa_ è utile. perfettamente INutile invece sgridarlo anche qualche minuto dopo, tanto non ricollega gli eventi, nemmeno col vecchio sistema di mettergli il muso sul "fattaccio". se lo devi sgridare, si fa mentre ti fa pipì in casa. il difficile è beccarlo.

      Elimina
  3. Gli adulti che vivono un disagio sociale e marchiano per questo motivo andrebbero aiutati a scoprire quale è il loro ruolo in famiglia.
    Punirli non li aiuterà a capire chi siamo, tantopiù che non comprendendo il motivo della sgridata (per noi è chiaro, per loro no) mineremo la fiducia in noi.
    Sistemare il rapporto padrone-cane risolverebbe in breve tempo il problema, perché non dimentichiamoci che quando il cane sporca in casa è perchè è a disagio: i cani sono animali spontaneamente puliti, non serve insegnargli a sporcare fuori...

    RispondiElimina
  4. Salve il mio cane,preso da picobdanubs signora malata marca il territorio facendo la pipì ma fuori al terrazzo...come devo fare??

    RispondiElimina