addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

lunedì 26 marzo 2012

Pinscher di cinque mesi che tira al guinzaglio

Ciao Ezio, sono Fabiana, ti prego aiutami! Ho da poco un cucciolo di pinscher...Oggi abbiamo fatto la passeggiata era da un po' che non usciva dal giardino perchè nessuno se non io lo porta e avendo molti esami all'Università non ho avuto tempo. é stato un incubo...sono tornata a casa con la mano tutta rossa... 

all'inizio esplorava, annusava e mi stava piuttosto vicino, poi siamo passati davanti ad un cancello dove c'era un altro cane..non l'avessimo mai fattoo!!

 Ha infilato la coda sotto la pancia e tremava tutto oltre ad avere il pelo ritto sulla schiena (è un maschio di 5 mesi), ho provato a tranquillizzarlo ma niente, voleva tornare a casa e tirava dalla parte opposta a dove stavamo andando... 

Quando ha capito che stavamo tornando indietro non c'è stato verso di farlo stare buono, tirava come un dannato se il guinzaglio era corto, e andava molto lontano se glielo lasciavo lungo. Io ogni tanto vedo Cesar Millan in tv e ho letto tutti i post del tuo blog, ma comunque non riesco a farmi rispettare "come capobranco", lui salta, gioca, tira praticamente è lui il capo credo. 

Come faccio a cambiare questa cosa? Non posso tornare sudata ogni volta, senza contare che è capitato a volte di rischiare di cadere perchè si aggroviglia tra le mie gambe. Io non so più cosa fare...aiutami ti prego!! Ti mando una foto del mio cucciolotto!

Grazie perl'attenzione che vorrai darmi!
----------------------------------------
Ciao Fabiana,
mi sembra che ti sei già data tutte le risposte da sola.....

Scrivi che non lo porta fuori nessuno se non tu,.. di chi è il cane?

Se esce poco è' abbastanza normale che un cuccioletto di 5 mesi si spaventi di fronte ad un adulto che, solitamente, dietro un cancello si mostra parecchio aggressivo e rumoroso; semplicemente non è abituato a questo genere di eventi e reagisce come gli insegna l'istinto, se fossero entrambi liberi magari si butterebbe anche a terra con la pancia in su in segno di sottomissione e tutto finirebbe lì.

Se in queste occasioni tu sei calma e assertiva e continui tranquillamente per la tua strada non succede niente e, con il tempo, il cane capisce che è una situazione normale e che il cane dietro il cancello oltre ad abbaiare non può fargli niente.

Per controllare questo tipo di reazioni dovresti insegnare al cane a concentrarsi su di te.. quando glielo chiedi.

E' spiegato bene nel post del 15 febbraio che parla del "segnale positivo di interruzione".

Per fargli capire che quella che prende le decisioni sei tu devi semplicemente cominciare a farlo.

Intendo dire che se il cane si mette a tirare nella direzione opposta a quella nella quale vuoi andare tu, se lo assecondi, automaticamente lo investi dell'autorità di essere il soggetto che prende le decisioni e tu ti metti nella posizioni di quella che segue.

Non venirmi a raccontare che un cucciolo di Pinscher di cinque mesi  riesce a trascinarti dove vuole lui.

Devi prenderti del tempo, .. non puoi pretendere che la passeggiata sia istruttiva se la fai con i minuti contati e con la fretta di tornare a casa.

Nel caso che hai citato per esempio, secondo me, avresti dovuto minimizzare l'incontro con l'altro cane e continuare semplicemente la passeggiata come se non fosse accaduto nulla.

Se c'è il problema che il cane scappa in avanti non usare MAI il guinzaglio estensibile perché sembra fatto apposta per insegnargli questo tipo di comportamento.

Se si mette a tirare semplicemente fermati, senza dare comandi, senza parlare, senza perdere la calma, stà semplicemente ferma finché il cane "molla", devi avere il tempo necessario, questo oltre ad essere una passeggiata è una sessione di addestramento e la devi prendere come tale, il cane deve capire qual'è il comportamento che gli fa avere ciò che vuole e quello che fa sì che ciò che vuole non avvenga.

Se tira si sta fermi, quando si calma e allenta il guinzaglio si procede.

Succederà che: il cane tira, tu ti fermi finché si è calmato, appena riparti tira nuovamente e tu ti fermi di nuovo, (se ci aggiungi un premio -bocconcino- quando allenta il guinzaglio lo rinforzi ancora di più) per cui con questo tipo di passeggiate non pretendere di fare molta strada. 

Cerca di farne più di una al giorno finché il cane avrà capito cosa vuoi da lui

Devi essere più determinata di lui.... o almeno tanto quanto lui, sennò, se comincia a capire che ti stufi facilmente, insisterà finché riesce a prendere il controllo della situazione.

Non è difficile, ci vuole solo un po' di calma e determinazione.

Fammi sapere come procede.

ezio(@)addestramento-del-cane.com




Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni, qualsiasi commento sarà comunque gradito.  

Salve Ezio! le tue indicazioni mi sono state veramente molto utili!! 
Ora la passeggiata va meglio...Bach tira ancora ma se mi fermo prontamente torna verso di me, credo sia una questione di resistenza.. tuttavia c'è un problema che mi preoccupa di più, cioè che il cane salta addosso alle persone quando passano. Salta addosso a me, ai miei familiari..lo fa per giocare o se vede che abbiamo qualcosa in mano, ma non va bene perchè potrebbe far cadere mia nonna che ha 83 anni... io non so come farlo smettere, perchè da quello che sto leggendo se strattonassi o urlassi lui assocerebbe il fatto in modo negativo e quindi non riesco a trovare il modo giusto per correggere questa cosa, molto pericolosa.
Grazie del tuo aiuto! =)
fabiana

La cosa migliore per fargli smettere di saltare addosso alle persone è proprio ignorarlo completamente quando adotta questo comportamento.

Purtroppo il difficile è quando ci sono degli estranei o degli ospiti che quando il cane gli salta addosso (specialmente con i cani piccoli) lo accarezzano lo coccolano ecc. ecc. rinforzando in questo modo il comportamento.

Comunque se già i famigliari riescono a rimanere impassibili è già un buon risultato, con gli estranei dipende quanta confidenza hai.

ezio@addestramento-del-cane.com