addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

mercoledì 27 febbraio 2013

Cucciolo di Amstaff pauroso

Kira



Buonasera, 4giorni fa ho preso un cucciolo di american staffordshire terrier di cinque mesi è dolcissimo e tra noi è stato amore a prima vista solo che non vorrebbe mai uscire di casa.

Quindi, ogni giorno, per tre o quattro volte sono costretta a prenderlo in braccio per portarlo giu dalle scale, una volta fuori riusciamo a fare la passeggiata ma a ogni minimo rumore si spaventa e si blocca.

Cosa devo fare??

Grazie per i consigli
 _____________________________________





Ezio De Bona

Molto probabilmente il tuo cucciolo non aveva mai lasciato l'allevamento da cui proviene e per questo è intimidito da tutti i rumori e da tutto quello che vede negli spazi aperti.

La cosa da fare è non dare importanza a questo atteggiamento.

Se ogni volta che il cane si ferma o da segni di timidezza e/o paura tu ti fermi e lo accarezzi, lo consoli, gli parli dolcemente per incoraggiarlo, non fai altro che rinforzare e incoraggiare questi comportamenti.

Se gli dai attenzione quando esibisce dei comportamenti indesiderati pian piano comincerà a metterli in atto proprio per avere la tua attenzione.

Se la situazione è difficile ci vuole un po' di pazienza.

Il cane appartiene ad una razza con un carattere forte e per questo devi impegnarti per farlo socializzare con gli umani, con gli altri cani e..... con il resto del mondo, sennò crescendo potrebbe diventare un problema.

Dovresti insegnare al cane a concentrarsi su di te a comando. Guardati i post che parlano di clickertraining  e riflessi condizionati.

il concetto è quello di insegnare al cane a concentrarsi su di te e premiare i comportamenti che tu desideri vengano messi in atto ignorando completamente quelli indesiderati.

Ti  divertirai molto e stabilirai con il tuo cucciolo un sistema di comunicazione perfetto.

Ti chiedo di tenerci al corrente dei tuoi progressi inserendo commenti a questo post e se puoi facci avere
qualche foto del tuo American Staffordshire Terrier da inserire a corredo dell'articolo.

Ezio

Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito. 



martedì 26 febbraio 2013

Ansia da separazione



Ciao Ezio ho un grande problema con la mia piccola pinscher di 6 anni.

È fantastica,molto affettuosa, ascolta quasi sempre però quando la lascio sola in appartamento per tutto il tempo abbaia,piange e ulula senza sosta dandomi anche grande dispiacere perchè so che soffre. 


Spero tu possa darmi qualche consiglio per risolvere questo grave problema.

Grazie e complimenti per il blog molto interessante Luca.
________________________________________________

 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato





L'ansia da separazione è un problema molto diffuso.

E' spesso dovuta all'impossibilità che abbiamo di rendere il cane indipendente in alcune occasioni e all'iperattaccamento che spesso sviluppiamo (cane e padrone).

E' importante capire che il coinvolgimento emotivo verso il cane, nel momento in cui è triste porta spesso ad un peggioramento della situazione. Quindi dobbiamo innanzitutto capire che per risolvere questo problema del cane è importante dargli una mano ma dal suo punto di vista.

Io comincerei con:


  • Abituiamo il nostro cane a stare da solo gradualmente ma prima possibile
  •  Al mattino alziamoci dieci minuti prima e facciamogli fare una bella passeggiata, più è stanco meno si annoierà.
  • Venti minuti prima di uscire di casa e lasciarlo solo iniziamo a fare un esercizio (per noi) di distacco: cerchiamo di non guardarlo, non parlargli e non coccolarlo. Comportiamoci con assoluta indifferenza, pace e tranquillità uscendo dalla porta come se dovessimo tornare un minuto dopo.
  • Lasciamo al nostro amico dei giochi e limitiamo il suo accesso a poche stanze (meglio ad una sola).
  • Quando rientriamo a casa lasciamo pure che lui faccia tutte le sue feste ma cerchiamo di ignorarlo (cordialmente) per circa venti minuti o comunque fino a quando, rassegnato alla nostra pacifica indifferenza, non si metterà sdraiato al suo posto.
  • Non incoraggiamo i suoi atteggiamenti di iperattaccamento (se per esempio ci segue in tutte le stanze della casa) cercando di non prestare attenzione alle sue “avance”. Andiamo invece ad accarezzarlo e lodarlo quando è tranquillo sulla sua cuccia. 
  • Usiamo un diffusore di feromoni 
Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito. 




venerdì 22 febbraio 2013

Gara di Sleddog di beneficenza Pian Cansiglio 3 marzo 2013



lunedì 4 febbraio 2013

Labrador Retriever iperattivo

Ciao Ezio

Sono Serena ho un piccolo problemino con il mio cane ho un labrador di un anno,
l'unica cosa che gli ho insegnato è stare seduta e darmi la zampa, vorrei un aiuto anzi più di uno se è possibile,
allora la sera la faccio dormire fuori ha la sua cuccia e il suo spazio, ma appena io rientro le inizia ad abbaiare in un modo fastidioso
e prima se la sgridavo gli dicevo zitta stava ora nn ci faccio niente più e inizia anche a ringhiare quando mi vede che vado per sgridarla.
gli ho comprato anche un giochino, una palla da cui esce il cibo se trova il verso giusto solo che dopo due giorni l'ha distrutta 
questo è il primo problema 

il secondo e che quando qualcuno mi viene a trovare a casa lei inizia ad annusarlo e poi nn lo lascia più stare,
gli va vicino che vuole essere accarezzata oppure se è in piedi si mette a saltare come una pazza, gli porta i giochi e glieli mette addosso,
e poi se vai per giocare si mette a correre intorno al tavolo e nn ti da il giochino e si mette ad abbaiare. e abbaia anche quando passa qualcuno fuori
anche da lontano o passano vicino al nostro cancello con la macchina 

un'altro problema e che nn fa i bisogni fuori, cioè la pipi si ma altro no, stiamo al parco per più di un'ora giochiamo lei corre come una matta,
al ritorno passiamo dal posto dove lei fa solitamente la pipi, fa la pipi e poi basta, arrivo a casa la chiudo e lei dopo due minuti che fa????
i bisogni dietro la cuccia, può stare tutto il giorno dentro ma quando la porto fuori nn fa niente.

e poi è dispettosa se la lascio sola dentro casa dopo due minuti va in camera e mi prende tutto quello che trova ora si è data ai peluche....


in attesa di una risposta
ti ringrazio moltissimo in anticipo

Serena 

__________________________________


Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato


 
Ciao Serena,



qui c’è un bel po’ di lavoro ma dalla tua descrizione il problema è si fastidioso ma abbastanza frequente nei labrador che sono cani adorabili ma solitamente iperattivi.



Tutti questi comportamenti possono infatti essere riportati ad iperattività; in breve il tuo cane possiede molta energia e non riesce a gestirla. Ha quindi inventato dei comportamenti che le permettono di scaricare questa energia.



Dobbiamo procedere per step quindi ti darò del lavoro da fare per le prime settimane ma dopo dovrai ricontattarci per proseguire con altri esercizi:



1.        Dovresti aumentare la durata delle uscite o quantomeno trovare il modo che durante queste tu possa lasciarlo giocare in un area cani dove possa divertirsi con i suoi simili.

2.        Se puoi, almeno un uscita cerca di cambiare percorso.

3.        Almeno una volta alla settimana cerca di portarlo in un posto molto affollato (in centro, al mercato, in stazione ecc…)

4.        Cerca di avere un atteggiamento molto distaccato quando la vedi agitata ma ricordati di andare subito a farle una carezza quando è tranquilla.

5.        Testa il tuo atteggiamento quando rientri a casa. Prova a non darle attenzione e non parlarle fino a che non si mette a cuccia.

6.        Insegnale un esercizio con il clicker, quando devi darle da mangiare (se hai bisogno ti spiegherò in seguito i dettagli)

7.        Fai almeno 20 minuti di esercizi di educazione di base tutti i giorni (anche qui se hai necessità ti spiegherò nel dettaglio)
Prova a introdurre queste prime cose e poi facci sapere come va e proseguiremo un passo alla volta per riportare la tua bimba ad una situazione di serenità. 

 



 
Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.