addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

Visualizzazione post con etichetta comportamento impulsivo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta comportamento impulsivo. Mostra tutti i post

giovedì 4 marzo 2010

comportamento impulsivo del cane, la mediazione

 

 Ti capita mai di avere l'impressione che il tuo cucciolo o il tuo cane, proprio non sappia resistere a fare qualcosa che magari a te non fa piacere?

Per esempio una delle cose che a me dava  fastidio era quando Agnes, la mia cucciola di dobermann, nel momento in cui stavamo per entrare o per uscire di casa, dava una graffiata alla porta, proprio una frazione di secondo prima che si aprisse. 

Non so se capitano anche a te questo genere di cose, come per esempio quando stai passeggiando tranquillamente al guinzaglio e mentre ti avvicini al palo della luce,.. sembra come che il cane conosca perfettamente la lunghezza del quinzaglio e scatti mezzo metro prima in maniera tale da costringerti a fare un balzo per lasciarlo annusare e laciare a sua volta traccia del proprio passaggio.

Questi sono solo esempi banali e cominciando a controllare, a "mediare" su questo tipo di comportamenti si può riuscire a migliorare notevolmente la nostra capacità di controllare il nostro animale anche in situazioni più  difficili.

Il concetto è quello di trasferire sul cane la responsabilità del fatto che un determinato evento che lui auspica si verifichi.

Non solo.

Devi anche cercare di fare in modo che il cane consideri te stesso l'intermediario per poter ottenere più rapidamente ciò che desidera e quindi non agisca in maniera diretta e individuale.

Nel branco dei lupi (da cui derivano i nostri cani) ci sono due procedure per raggiungere un determinato obiettivo:
- in modo individuale, per esempio cacciare piccole prede come potrebbe essere un coniglio;
- in branco, per obiettivi più impegnativi e non alla portata di un singolo animale, come per esempio cacciare un animale più grande e più veloce come un ungulato.

Per aver un controllo maggiore sul nostro cane, con la mediazione dobbiamo fare in modo che  scelga prevalentemente la seconda modalità e che si rivolga sempre al proprietario per soddisfare i propri bisogni.

Gli esercizi possono essere diversi.

- Il caso della zampata sulla porta, per esempio, è una occasione ottima per far capire al cane che la responsabilità è sua: se dà la zampata la porta si richiuderà immediatamente e non si aprirà finche le sue zampe non saranno a terra. (ci si può aiutare con il clicker e in questo caso il rinforzo sarà il premio di poter uscire).

- lo stesso dicasi per indossare il guinzaglio. Finché il cane si agita e gira intorno come un pazzo non gli sarà messo il guinzaglio e quindi niente passeggiata. E' necessaria da parte nostra molta calma e autocontrollo e se rimaniamo fermi e tranquilli finché anche il cane non sarà fermo e tranquillo aiuteremo anche lui ad aumentare la propria calma ed il proprio autocontrollo.

- Il rito del cibo ci può aiutare. Appoggiare a terra la ciotola solo quando il cane sta fermo e poi dargli il "vai".

- Oppure tenere in mano un bocconcino, farlo annusare al cane che cercherà di prenderlo e darglielo quando si ferma e ci quarda, magari rinforzando anche quì con il clicker.

E' importante che ti eserciti con questi esercizi, o altri sullo stesso genere che ti possono venire in mente, per poter aumentare l'autocontrollo del tuo cane o del tuo cucciolo e diventare per lui il punto di riferimento indispensabile.

Se ti è piaciuto questo post, o se non ti è piaciuto, oppure se vuoi semplicemente lasciare il tuo parere lascia un commento quì sotto che sarà comunque sempre gradito.