addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

Visualizzazione post con etichetta imprinting. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta imprinting. Mostra tutti i post

giovedì 19 novembre 2009

Preaddestramento


Affinché un cucciolo possa diventare un cane adulto maturo, consapevole ubbidiente e felice, è indispensabile che passi attraverso alcune "fasi propedeutiche".

IMPRINTING
Tra la terza e la settima settimana di vita il cane impara a riconoscere come conspecifici tutti gli animali che interagiscono con lui, compreso l'uomo.

Il ruolo dell'allevatore è dunque di fondamentale importanza, perché un cucciolo che non abbia ricevuto un imprinting corretto verso l'uomo avrà delle grossissime difficoltà una volta adulto a comunicare con gli umani.

SOCIALIZZAZIONE
Fra la nona e la dodicesima settimana il cucciolo impara le regole che vigono nel suo branco. Che ci sono individui di rango superiore ai quali bisogna obbedire e individui di livello paritario o inferiore ai quali non è necessario obbedire ma che anzi possono essere sottomessi.

Se il cane non vede l'uomo come un superiore ,ogni volta che gli si chiede qualcosa sarà messa in discussione e si potrà ottenere la sua collaborazione solo obbligandolo con la violenza.

Da parte sua anche l'uomo deve adeguarsi se vuole che la sua comunicazione con l'animale sia di buon livello e quindi il rapporto sia ottimale, e questo significa che chiunque voglia ottenere dei buoni risultati con un cane deve studiarsi un po' di etologia e psicologia canina.

Dato per scontato che l'allevatore abbia fatto un buon lavoro, il cucciolo arriva nella sua nuova casa e.....
(cito Valeria Rossi nel libro "L'addestramento del Cane")...

Il cucciolo vuole andare a dormire sul letto del padrone. Il padrone la prima volta lo fa scendere, gli spiega dolcemente ma decisamente che il suo posto è nella cuccia, ce lo porta e lo lascia lì.
Cinque minuti dopo, il cucciolo torna all'attacco e il padrone ripete l'identica trafila.
Dieci minuti dopo il cucciolo è di nuovo lì che raspa le coperte e mugola in perfetto stile strappalacrime.

Il padrone a questo punto ha tre possibilità:

1. Si arrende e lascia salire il cucciolo. Risultato il cucciolo dormirà nel letto del padrone per tutta la vita. Ma non è tutto quì. Il cane pensa anche che il padrone sia un incoerente e una pappamolla, pessimo capobranco. Voto 0.

2. Si infuria, picchia il cucciolo e lo riporta con le maniere forti nella sua cuccia, urlandogli contro. Coerente, ma con i nervi troppo fragili per diventare un capobranco affidabile. Voto 0.

3. Con lo stesso tono di voce di prima, spiega al cucciolo che è inutile insistere: lo prende e lo deposita fermamente, ma delicatamente nella sua cuccia. Perfetto comportamento da capobranco. Voto 10.
Solo che bisogna essere in grado di farlo anche dopo l'ennesimo tentativo che arriva verso le 5 del mattino.....

Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni qualsiasi commento sarà comunque gradito.