addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

Visualizzazione post con etichetta morso gentile. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta morso gentile. Mostra tutti i post

martedì 9 febbraio 2010

Eliminare l'abitudine dei cuccioli di mordere utilizzando il "rinforzo condizionato".

A tutti i cuccioli piace giocare, lottare e mordersi a vicenda.

Quando passano dalla vita con i propri fratelli a quella della famiglia umana, vogliono continuare a giocare nello stesso modo.

Il cucciolo non può sapere che la pelle degli esseri umani è molto più delicata e sensibile di quella dei propri compagni di cucciolata e che i suoi denitini aguzzi possono fare veramente male.

Nella cucciolata, la mamma e i fratelli insegnano "automaticamente" al cucciolo quando stà mordendo troppo forte.

La mamma solleva il cucciolo per la collottola e lo lascia cadere a terra, o lo morde forte a sua volta, gli altri cuccioli guaiscono e smettono di giocare.

Un cucciolo che venga adottato da una famiglia umana troppo presto, o che non abbia avuto fratelli di cucciolata, probabilmente tenderà a mordere di più, perché non avrà la possibilità di imparare dai propri fratelli a mordere senza fare male in modo naturale.

Un'altra causa dell'eccessiva mordacità del cucciolo è la mancanza di qualcosa da "mettere sotto i denti" per soddisfare il suo naturale bisogno di mordere per scaricare lo stress e per i problemi di fastidio dovuti alla dentizione.

Un'educazione combinata con i principi del "condizionamento operante" è il modo più efficace per gestire questo tipo di problema.

** non permettere al cucciolo di giocare con le tue mani o con i vestiti.
Va via e interrompi semplicemente il divertimento.
Se il mordere causa la fine del divertimento con il passare del tempo il cucciolo sarà sempre meno invogliato a mordere per gioco, anche se rimane comunque la necessità di sfogare questo istinto naturale dovuto anche al fatto che i suoi denti stanno crescendo.

** E' necessario avere un posto dove poter lasciare il cucciolo quando non puoi giocare con lui, una cuccia con qualcosa di morbido perché possa dormire e qualche giocattolo da rosicchiare. Un'area delimitata, magari da dei canceletti per bambini, o da una rete, dove poter lasciare il cucciolo quando non è possibile averlo sotto controllo.

** Quando il cucciolo addenta te o i tuoi vestiti, interrompi qualsiasi movimento. Il movimento stimola il gioco e se ti fermi il divertimento finisce.

** Quando il cucciolo morde una mano o la maglia, per esempio, è necessario distoglierlo in modo gentile e indirizzare la sua attenzione su un giocattolo da mordere.Un osso di pelle di bufalo, una corda, una pallina.
E' utile tenere un paio di questi giocattoli in ogli stanza dove ha accesso il cane.

** Fornisci al cucciolo qualcosa che gli sia permesso mordere mentre gli gratti la schiena o la pancia. Mentre gli fai le coccole insomma. Questo rinforzerà la sua sensazione che alcune cose si possono mordere.

E'molto utile rinforzare l'abitudine di sfogare l'istinto di mordere sui giocattoli grattanto la pancia o la schiena del cucciolo.

Nel prossimo post vedremo come rinforzare il comportamento desiderato con il Clicker.



Se questo post ti è piaciuto, oppurese non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.

lunedì 8 febbraio 2010

Il "Morso Gentile" III°

Ci sono quattro stadi nell’insegnamento al morso gentile.

I primi due stadi riguardano la diminuzione della forza del morso, i secondi due la riduzione della frequenza dei morsi stessi.

L’addestramento deve essere svolto in questo ordine.

Se provi a ridurre la frequenza prima, il cane non imparerà ad ammorbidire la sua presa.

Questo tipo di addestramento si effettua modellando il comportamento naturale di gioco e deve cominciare durante le prime interazioni spontanee con il cucciolo, per poi proseguire in sessioni più strutturate di gioco/addestramento quando cresce.


* “Niente morsi dolorosi.” La maggior parte dei cuccioli smetterà di mordere se mentre lo fa emetti un urlo o un guaito simile a quello che fanno i cuccioli mentre giocano fra loro.

A questo punto fagli qualche lode e rinforza il comportamento continuando a giocare.

Alcuni cuccioli possono non essere sensibili a questa reazione (10%) o addirittura eccitarsi ancora di più e, anziché smettere, magari aumentare la veemenza dei morsi.

In questo caso bisogna interrompere il gioco, confinare il cucciolo e/o privarlo di qualsiasi attenzione;

* “Eliminare la pressione”. Gradualmente stabilisci un limite per la stretta del morso durante le sessioni di gioco/addestramento.

Se è troppo forte urla (guaisci).

Gradualmente stabilisci limiti sempre più bassi ad un ritmo che assicuri che per il cane il gioco è sempre soddisfacente.

Grossi sbalzi nei criteri di “durezza” del morso possono generare confusione nel cucciolo

* “Quando dico BASTA (o STOP) smetti di mordere”. Insegna dei segnali per “prendi”, “lascia”, “metti giù”.

Devi riuscire a iniziare e a smettere il gioco quando decidi tu.

* “Non puoi mai toccare un essere umano con il muso se non sei invitato a farlo” questo significa porre sotto controllo il comportamento del “morso gentile” insegnato in precedenza.


Nel frattempo come affrontare il cucciolo che morde.

Insegnare il “morso gentile” è di importanza vitale e la completa acquisizione di questo comportamento richiede un po’ di tempo.

Ciò non significa che nel frattempo bisogni tollerare un cucciolo che morde, i denti dei cuccioli fanno molto male!

Lavora all’insegnamento del morso gentile solo quando il cucciolo è calmo e tu puoi prenderti il tempo per sederti sul pavimento e giocare tranquillamente.

Se il cucciolo morde troppo forte URLA.

Se smette rinforza con carezze calmanti e continuando a giocare.

Se si eccita troppo e morde più forte interrompi immediatamente il gioco.

Se decidi di interrompere il gioco perché morde troppo, allontanati dal cucciolo senza brontolare o lamentarti concedendogli la minor attenzione possibile.

Anche attenzione negativa è attenzione.

A volte è utile legare il cane e tirarsi semplicemente indietro se morde.

Oppure giocare in un’area confinata e semplicemente alzarsi e andare via quando supera i limiti consentiti.

Per il resto del tempo affrontare la voglia di mordere del cucciolo reindirizzandola verso oggetti “consentiti” o giocattoli fatti apposta per questo scopo.

Se è necessario abbonda con questo tipo di distrazioni. Circondati completamente di giocattoli da mordere , così puoi metterglieli in bocca l’uno dopo l’altro finché non riceve il messaggio che non hai nessuna intenzione di permettere che morda te.

L’eccessiva mordacità del cucciolo non richiede niente di più punitivo che interruzioni del gioco o dell’attenzione.

Lavora al “morso gentile” quando puoi, le altre volte reindirizza l’attenzione del cucciolo sui giocattoli o smetti di giocare.

Punizioni fisiche possono solo generare confusione, oltre ad essere sleali e completamente non necessarie.

domenica 7 febbraio 2010

Il "Morso Gentile" II°

Il dr. Ian Dunbar, veterinario e studioso del comportamento animale ed in particolare del comportamento gerarchico e dell’aggressività nei cani domestici, racconta una storia di un incidente mordace al quale ha assistito.

Un golden retriver (una delle razze di cani più docili al mondo) usato per la pet therapy .stava lasciando la casa di cura in cui era stato a “lavorare” quando la sua coda è rimasta schiacciata nella portiera di un’automobile. Il proprietario accorso prontamente, prima di riuscire liberare l’animale si prese quattro morsi.

Il dottor Dunbar non rimase impressionato dal fatto che il cane in una situazione simile avesse morsicato il proprietario, l’animale aveva la coda intrappolata nella portiera di una automobile! Era naturale che mordesse! Ciò che scioccò il professore è che ad un cane usato per la pet therapy non fosse addestrato a quello che con un termine inglese viene definito “bite inhibition” ossia un morso “gentile”, non pericoloso per l’essere umano.

Il proprietario del cane esterrefatto esclamò “Ma non è mai stato picchiato prima” … naturalmente, e se non gli avessero schiacciato la coda nella portiera non avrebbe mai avuto una reazione simile.

Ma un incidente è “un incidente” e può capitare in qualsiasi momento e quando capita il tuo cane reagirà come meglio può.

Insegnargli ad usare la sua bocca in modo gentile con gli esseri umani contribuirà in maniera notevole a ridurre i rischi che un incidente banale si trasformi in una tragedia.

Un cane che ha ricevuto questo tipo di addestramento da cucciolo è molto meno probabile che causi dei grossi danni anche in caso di gravi provocazioni.



sabato 6 febbraio 2010

Il "Morso Gentile" I°

Con questo post  inizia una serie dedicata a prevenire che il cucciolo diventi da adulto un cane mordace o che possa anche incideltalmente o occasionalmente diventare pericoloso.

Mordere per il cucciolo è un comportamento naturale al 100%, non significa dominanza o deviazioni particolari.

Per il cucciolo è assolutamente normale giocare in maniera chiassosa e turbolenta sia con i propri fratelli di cucciolata che con i loro sostituti umani.

Non è quindi possibile né consigliabile insegnare al cucciolo a non mordere, piuttosto è assolutamente indispensabile insegnargli ad avere per così dire una bocca morbida, ossia insegnare al cane a usare con le persone la sua bocca in modo adeguato.

Non dobbiamo dimenticare che per il cane la bocca e i denti assolvono diverse funzioni.

Il cane non ha le mani e usa la sua bocca per afferrare le cose per giocare, per comunicare e, se spaventato, la usa anche per difendersi o per difendere le cose e le persone che gli sono affidate, oppure nel caso dei cani da salvataggio per trarre in salvo delle persone in pericolo.

Se un cane, in condizioni particolari di paura o di pericolo, morde un essere umano, non significa che sia “cattivo”; significa semplicemente che è un cane.

Per questo è tua responsabilità insegnargli che gli esseri umani sono fragili.

Insegnare al cucciolo ad usare la sua bocca in modo “gentile” con gli esseri umani è assolutamente indispensabile perché si porti dietro questo comportamento anche in età adulta, anche se si dovesse venire a trovare in una posizione dove si sente obbligato a mordere.

In questo filmato c'è una dimostrazione... tanto per farsi un'idea,  di come fare per modellare il comportamento del cucciolo utilizzando un tipo di comunicazione che è in grado di capire.

Nei prossimi post entrerò nel dettaglio delle tecniche per ottenere il risultato voluto divertendosi.



Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni, qualsiasi commento sarà comunque gradito.