addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

Visualizzazione post con etichetta problemi comportamentali. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta problemi comportamentali. Mostra tutti i post

martedì 6 maggio 2014

Conosci il tuo bassotto




Il bassotto più che una razza è un vero e proprio mondo, lo dimostra anche il fatto che la FCI (Federazione Cinologica Internazionale) gli abbia dedicato un intero Gruppo (Gruppo IV) nel quale sono comprese appunto tutte le varie tipologie (taglia e pelo). Questo ci deve far capire che non abbiamo a che fare con un cane qualunque ma con un essere davvero speciale, ricco di risorse e con molte esigenze specifiche. La taglia, come spesso accade, non ci deve trarre in inganno, siamo infatti davanti ad un vero e proprio cane con un carattere molto forte e deciso e che saprà darci amore incondizionato a patto che noi riusciamo a rispettare la sua indole.
                Pur apprezzando fortemente la comoda vita in appartamento il nostro bassotto è un cane, adora quindi esplorare, giocare e correre. Ed è proprio dall’attività fisica e mentale regolare che dobbiamo cominciare il nostro percorso per avere un compagno sano ed equilibrato. Data la sua grande intelligenza è importante variare spesso il lavoro, in modo che non si annoi e che abbia sempre qualcosa di stimolante da fare. Il mio consiglio è di alternare le attività sapientemente (ma anche in base alla disponibilità di tempo, alle occasioni e alla stagione).
1.       ATTIVITA’ GIORNALIERE
a.       Attività fisica e sociale: comprende i momenti di gioco con gli altri cani. Nella pratica è il momento della giornata in cui il cane dovrebbe essere lasciato libero di giocare con i suoi simili (area cani).
b.      Attività in casa: la sera dedichiamo 5 minuti al cane facendo, al momento del pasto, degli esercizi con il clicker.
c.       Relax: insegniamo al cane che ci sono dei momenti durante i quali è richiesta la sua disattivazione.
d.      Attivazione mentale: il pasto diventa un momento di impegno e lavoro grazie all’utilizzo di giochi che aumentano il tempo di assunzione del pasto.
2.       ATTIVITA’ SETTIMANALI
a.       Educazione di base: all’aperto, due volte alla settimana, apprendimento di esercizi di educazione di base.
b.      Agility/Obedience: una sessione settimanale di attività ludico/sportiva all’aperto.
c.       Attività fisica:  corsa (farà bene anche a voi) o tapis roulant (con un programma di introduzione al tapis roulant) una o due volte alla settimana.
3.       ATTIVITA’ MENSILI
a.       Attivazione olfattiva: due volte al mese, il cane dovrebbe avere la possibilità di utilizzare il suo senso più sviluppato in maniera impegnativa (per esempio ricerca oggetti, piste o ricerca).
b.      Attivazione sensoriale: una o due volte al mese il cane dovrebbe esplorare dei posti completamente nuovi e molto ricchi di stimoli (passeggiata in campagna, centro città, mercato, ecc.)





11       Quante taglie ci sono nel bassotto?
a.       2
b.      3
c.       4
d.      5
22      Come definiresti il carattere del bassotto.
a.       Aggressivo
b.      Diffidente
c.       Indipendente
d.      Intraprendente
33       Se sgridate un bassotto come sarà la sua reazione?
a.       Indifferente
b.      Aggressiva
c.       Impercettibile
d.      Emotiva
44       Fisicamente come definireste il bassotto?
a.       Forte
b.      Nerboruto
c.       Fragile
d.      Normale            
55       Lasciando un bassotto libero in campagna quale sarà il suo comportamento?
a.       Piangerà tutto il tempo              
b.      Sarà molto interessato agli odori
c.       Correrà dietro ad una lepre
d.      Vi starà sempre appiccicato
66       Qual è il paese di origine del bassotto?
a.       Francia
b.      Italia
c.       Germania
d.      Olanda
77       Quali di questi tipi di pelo non è previsto nel bassotto?
a.       Corto
b.      Duro
c.       Lungo
d.      Riccio   
88       Qual è il peso massimo ideale per un bassotto (standard)?
a.       7kg
b.      9kg
c.       12kg
d.      15kg
99       Nei giochi è:
a.       Entusiasta
b.      Pestifero
c.       Indifferente
d.      Interessato      
110.   Quale di questi atteggiamenti dovremmo evitare con un bassotto?
a.       Incoerenza
b.      Collaborazione
c.       Fermezza
d.      Chiarezza          
111.   Quale di queste caratteristiche NON  dovrebbe avere un bassotto?
a.       Autonomia
b.      Vigilanza
c.       Pigrizia
d.      Predatorietà    
112.   Quali di queste taglie non è prevista nei bassotti?
a.       Standard
b.      Nana
c.       Kaninchen
d.      Media 
113.   Le orecchie del bassotto  possono essere:
a.       Pendenti o erette
b.      Solo pendenti
c.       Tagliate
d.      In tutti i modi   
114.   Se un bassotto non mangia le sue crocchette quale deve essere il nostro comportamento?
a.       Dopo venti minuti portiamo via la ciotola.
b.      Le lasciamo lì finché non mangia
c.       Aggiungiamo della carne
d.      Facciamo finta di mangiarla noi               
115.   Se il nostro bassotto si mostra molto insofferente in casa, abbaia, gioca in maniera troppo irruenta e fa qualche danno:
a.       Vuol dire che è psicopatico.
b.      Ha bisogno di più coccole e attenzioni.
c.       Dobbiamo chiuderlo nello sgabuzzino.
d.      E’ necessario che faccia più attività fisica.


RISPOSTE:
1.       B
2.       D
3.       D
4.       A
5.       C
6.       C
7.       D
8.       B
9.       B
10.   A
11.   C
12.   D
13.   B
14.   A
15.   D


giovedì 17 gennaio 2013

Cane Corso che non vuole uscire

Cane Corso Momo della Valle degli Orsi Ali


Salve! Sono Lisa, ho un cane corso di circa 1 anno e mezzo, abituato a stare in giardino senza uscire perché fino a qualche mese fa avevamo tanti cani e non riuscivano a farli uscire tutti dato che io studio e i miei lavorano. Ora, la scorsa volta ho deciso di comprarle il guinzaglio, ma non appena gliel'ho messo al collo si è piantata per terra e non si è mossa più. Tutti i tentativi sono stati inutili, biscottini, carezze, esortazioni. So che fa così perché magari non sa cosa vuol dire, ma mi può dire cosa posso fare per farla tranquillizzare?
È importante per me, la vedo terrorizzata!

Tante grazie in anticipo.


 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale 
 Michele Caricato


Ciao Lisa,


il comportamento del tuo cane è abbastanza normale. 
Tutte le esperienze che non vengono fatte fino ai 5 mesi sono sempre molto difficili da proporre perchè il cane ha spesso un atteggiamento sospettoso.


Detto questo non preoccuparti, armati di un pò di pazienza e comincia un piccolo programma per abituare lentamente il tuo cane al guinzaglio.


1) per la prima settimana mettigli collare e guinzaglio prima della pappa o di altri momenti per lui piacevoli. non tenerlo tra le mani ma lascia che lui se lo porti in giro intanto che mangia o gioca con te. durata 10 minuti.


2) la seconda settimana, stesso procedimento ma lasciaglielo per almeno 20 minuti.


3) terza settimana prendi in mano il guinzaglio e segui il cane in giardino, senza guardarlo mai, con indifferenza, senza farti tirare ma comunque cercando di non bloccarlo.


4) quarta settimana come la seconda.


5) quinta settimana inizia a seguire il cane e poi, sempre senza guardare cosa fa, muoviti lentamente verso la direzione che preferisci. Meglio un percorso in linea retta che fai (su e giu') per una decina di minuti. NON voltarti se si blocca, fermati un attimo e poi procedi in avanti.


6) sesta settimana..... pronti ad uscire. Pochi minuti all'inizio poi aumenta.



Michele Caricato 




Se questo post ti è piaciuto, oppurese non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito
.

martedì 4 settembre 2012

Pippo - Bassotto/Labrador adottato con problemi di comportamento

Buongiorno Signor Ezio,
sono Roberta vorrei rubarle qualche minuto per alcuni consigli sul mio cucciolo.

Il 22 giugno ho portato a casa un meticcio il suo incrocio dovrebbe essere tra un bassotto e un labrador, così mi è stato detto, è un cane con motli problemi però sembra che abbia accettato la nostra presenza subito . Non si avvicina a nessuno tranne a mia figlia di 11 anni accetta il cibo, anzi quando siamo a tavola qualcosa bisogna dare anche a lui per fargli capire che è di famiglia. Ora, da qualche giorno a questa parte, quando qualcuno entra in casa, in particolare se sono di sesso maschile, abbaia e spesso ringhia e abbiamo problemi a farlo smettere in paticolare se il maschio è un bambino.
 Nonostante Pippo cerchi sempre la nostra compagnia, non ha mai voluto entrare in casa a dormire vuole stare in cortile (ho un cortile grande dove corre e fa quello che vuole visto che è privato) non accetta coccole da mio marito però se lo vede mangiare deve fargli compagnia. Non riusciamo a mettrgli ne collare ne guinzaglio, di conseguenza non possiamo uscire di casa con lui, mi è stato detto che da piccolo  ha patito molto sia la fame che altro, visto il suo comportamento iniziale ora invece si è scatenato e ho paura per quando vengono amici a trovarci, cosa posso fare per aiutare sia lui che noi?  È normale questa situazione ?
Dove ha sporcato in modo che io pulisca subito vuole giocare e spesso cerca di mordere giocando fino alle 9 del mattino poi si calma e dorme sempre cercando un posto vicino a me o a mia figlia fino al pomeriggio spesso non si vede a parte quando smette di fare i suoi pisolini e viene in cerca di noi per giocare qualche minuto poi torna a nanna fino alle 17 dopo di che bisogna dargli attenzione perchè se no comincia a tirarti i vestitit finchè non smetti e ti dedichi a lui verso le 19 mangia poi vuoe giocare quando dico a nanna cerca un posto in cortile e si addormenta tranquillo fino al mattino dopo. A volte mi capita che vomiti il mangiare e non capisco perchè ma vedo che corre salta gioca e ringhia quando qualcuno entra in casa perfino mio marito sembra quasi che sia geloso e possessivo nei confronti sia della casa che di mia figlia e mia. Il nostro problema è risolvere il suo continuo abbaiare con tutti e riuscire a mettergli il collare e guinzaglio quando li vede scappa terrorizzato e dopo per dispetto fa i bisogni dove non deve farli. Mi scusi se mi sono divulgata tanto ma tengo molto a questo cucciolo e la signora che me la regalato dice che siamo la prima famiglia con cui è stato per tanto tempo infatti a giugno quando è arrivato dalla Calabria è stato affidato a cinque famiglie prima di arrivare da noi.
Ringrazio anticipatamente se puo' aiutarci con Pippo, aspetto una risposta se può a questa mail grazie ancora.
Roberta

Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale                                                 Michele Caricato

Ciao Laura,

hai fatto veramente un bel lavoro fino a questo momento e Nerone è molto fortunato ad aver trovato
la vostra famiglia.

Il problema in questo momento è che le sue esigenze stanno cambiando; il cane ha 3 necessità VITALI:

1 - affetto e protezione (importanti dalla nascita ai 5 mesi)
2 - attività fisica e mentale (fondamentali dai 3 mesi in poi)
3 - regole per trovare il suo ruolo nel branco ( comincia dai 5 ai 7 mesi)

In più, avendo passato qualche brutto momento da cucciolo lui ha anche una quarta esigenza:
RECUPERARE POSITIVITA'.

Per quest'ultima esigenza la cosa importante è non ricordargli quello che ha passato! 

NON trattatelo in maniera particolare e NON abbiate mai pena per lui. 

Quello che è stato è stato. 

Ora lo aspetta una vita bellissima quindi DIMENTICATE QUELLO CHE E' SUCCESSO E NON GIUSTIFICATE I SUOI COMPORTAMENTI SCORRETTI.

Se siete particolarmente permissivi lui penserà che c'è qualcosa che non va in LUI e che non lo ritenete ALL'ALTEZZA di rispettare delle regole ed essere disciplinato (esigenza 3).

DEVE USCIRE (esigenza 2). 

Quindi prima di dargli la pappa mettetegli collare e guinzaglio. Per la prima settimana non portatelo fuori ma lasciategli il guinzaglio per una mezzoretta.

La seconda settimana cominciate ad uscire facendo sempre più strada.

Questa parte è fondamentale. Se non esce non socializza e se non socializza nei prossimi mesi
non raggiungerà mai un EQUILIBRIO stabile.

Michele Caricato