addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

Visualizzazione post con etichetta socializzazione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta socializzazione. Mostra tutti i post

martedì 6 maggio 2014

Conosci il tuo bassotto




Il bassotto più che una razza è un vero e proprio mondo, lo dimostra anche il fatto che la FCI (Federazione Cinologica Internazionale) gli abbia dedicato un intero Gruppo (Gruppo IV) nel quale sono comprese appunto tutte le varie tipologie (taglia e pelo). Questo ci deve far capire che non abbiamo a che fare con un cane qualunque ma con un essere davvero speciale, ricco di risorse e con molte esigenze specifiche. La taglia, come spesso accade, non ci deve trarre in inganno, siamo infatti davanti ad un vero e proprio cane con un carattere molto forte e deciso e che saprà darci amore incondizionato a patto che noi riusciamo a rispettare la sua indole.
                Pur apprezzando fortemente la comoda vita in appartamento il nostro bassotto è un cane, adora quindi esplorare, giocare e correre. Ed è proprio dall’attività fisica e mentale regolare che dobbiamo cominciare il nostro percorso per avere un compagno sano ed equilibrato. Data la sua grande intelligenza è importante variare spesso il lavoro, in modo che non si annoi e che abbia sempre qualcosa di stimolante da fare. Il mio consiglio è di alternare le attività sapientemente (ma anche in base alla disponibilità di tempo, alle occasioni e alla stagione).
1.       ATTIVITA’ GIORNALIERE
a.       Attività fisica e sociale: comprende i momenti di gioco con gli altri cani. Nella pratica è il momento della giornata in cui il cane dovrebbe essere lasciato libero di giocare con i suoi simili (area cani).
b.      Attività in casa: la sera dedichiamo 5 minuti al cane facendo, al momento del pasto, degli esercizi con il clicker.
c.       Relax: insegniamo al cane che ci sono dei momenti durante i quali è richiesta la sua disattivazione.
d.      Attivazione mentale: il pasto diventa un momento di impegno e lavoro grazie all’utilizzo di giochi che aumentano il tempo di assunzione del pasto.
2.       ATTIVITA’ SETTIMANALI
a.       Educazione di base: all’aperto, due volte alla settimana, apprendimento di esercizi di educazione di base.
b.      Agility/Obedience: una sessione settimanale di attività ludico/sportiva all’aperto.
c.       Attività fisica:  corsa (farà bene anche a voi) o tapis roulant (con un programma di introduzione al tapis roulant) una o due volte alla settimana.
3.       ATTIVITA’ MENSILI
a.       Attivazione olfattiva: due volte al mese, il cane dovrebbe avere la possibilità di utilizzare il suo senso più sviluppato in maniera impegnativa (per esempio ricerca oggetti, piste o ricerca).
b.      Attivazione sensoriale: una o due volte al mese il cane dovrebbe esplorare dei posti completamente nuovi e molto ricchi di stimoli (passeggiata in campagna, centro città, mercato, ecc.)





11       Quante taglie ci sono nel bassotto?
a.       2
b.      3
c.       4
d.      5
22      Come definiresti il carattere del bassotto.
a.       Aggressivo
b.      Diffidente
c.       Indipendente
d.      Intraprendente
33       Se sgridate un bassotto come sarà la sua reazione?
a.       Indifferente
b.      Aggressiva
c.       Impercettibile
d.      Emotiva
44       Fisicamente come definireste il bassotto?
a.       Forte
b.      Nerboruto
c.       Fragile
d.      Normale            
55       Lasciando un bassotto libero in campagna quale sarà il suo comportamento?
a.       Piangerà tutto il tempo              
b.      Sarà molto interessato agli odori
c.       Correrà dietro ad una lepre
d.      Vi starà sempre appiccicato
66       Qual è il paese di origine del bassotto?
a.       Francia
b.      Italia
c.       Germania
d.      Olanda
77       Quali di questi tipi di pelo non è previsto nel bassotto?
a.       Corto
b.      Duro
c.       Lungo
d.      Riccio   
88       Qual è il peso massimo ideale per un bassotto (standard)?
a.       7kg
b.      9kg
c.       12kg
d.      15kg
99       Nei giochi è:
a.       Entusiasta
b.      Pestifero
c.       Indifferente
d.      Interessato      
110.   Quale di questi atteggiamenti dovremmo evitare con un bassotto?
a.       Incoerenza
b.      Collaborazione
c.       Fermezza
d.      Chiarezza          
111.   Quale di queste caratteristiche NON  dovrebbe avere un bassotto?
a.       Autonomia
b.      Vigilanza
c.       Pigrizia
d.      Predatorietà    
112.   Quali di queste taglie non è prevista nei bassotti?
a.       Standard
b.      Nana
c.       Kaninchen
d.      Media 
113.   Le orecchie del bassotto  possono essere:
a.       Pendenti o erette
b.      Solo pendenti
c.       Tagliate
d.      In tutti i modi   
114.   Se un bassotto non mangia le sue crocchette quale deve essere il nostro comportamento?
a.       Dopo venti minuti portiamo via la ciotola.
b.      Le lasciamo lì finché non mangia
c.       Aggiungiamo della carne
d.      Facciamo finta di mangiarla noi               
115.   Se il nostro bassotto si mostra molto insofferente in casa, abbaia, gioca in maniera troppo irruenta e fa qualche danno:
a.       Vuol dire che è psicopatico.
b.      Ha bisogno di più coccole e attenzioni.
c.       Dobbiamo chiuderlo nello sgabuzzino.
d.      E’ necessario che faccia più attività fisica.


RISPOSTE:
1.       B
2.       D
3.       D
4.       A
5.       C
6.       C
7.       D
8.       B
9.       B
10.   A
11.   C
12.   D
13.   B
14.   A
15.   D


mercoledì 17 aprile 2013

Alano/Boxer che abbaia ai vicini

Salve ho un cane di 12 mesi un meticcio incrocio con mamma boxer e papà alano ora pesa 34 kg, in casa e molto tranquillo, gioca con tutta la famiglia, sia con i miei due figli che con noi. Lo abbiamo preso da un canile, lo avevano abbondonato, con i suoi fratellini e la sua mamma. All'inizio, da cucciolo non voleva uscire di casa, si faceva fatica a fare le passeggiate, non voleva camminare, quando incontrava le persone si fermava per! farsi f are le coccole, si metteva pancia all'aria o si metteva sdraiato. Ora e sucessso tutto, l'inverso, vuole sempre stare fuori abbaia a tutti e alle persone che abitano nel palazzo è un abbaio continuo, tranne a quelle persone che hanno un cane. Nel parco sotto casa mia, dove gioca con gli altri cani quando scende è sempre vigile, testa alta e rigido. Come posso fare perchè non abbai più ai vicini ?



 
Michele Caricato


Penso che l’abbaio sia molto legato all’insicurezza.

 In questo caso, fondamentalmente ci sono due cose da fare:

1.       Se possibile cercare di lasciarlo fuori per poco tempo (perché dopo un po’ si stressa, per insicurezza e quindi deve abbaiare per segnalare quello che lui ritiene sia un pericolo) oppure fare in modo che abbia un posto piccolo (solo quando è da solo) ma ben riparato, anche dalla vista dei passanti. Quando invece siete in casa o lo tenente con voi oppure se lo lasciate fuori è necessario riprenderlo se abbaia con un secco no oppure con un oggetto che fa molto rumore.
2.       La vera soluzione è però una full immersion di socializzazione:

a.      Un ora al giorno di passeggiate in posti quanto più diversi.
b.      Due volte alla settimana un uscita in parco con altri cani, meglio ancora  area dove possa giocare con i suoi simili.
c.       Un' uscita settimanale al mercato o fiera o in centro città.
d.      Due uscite al mese in stazione ferroviaria o altro posto con gente e rumori.
Durante la socializzazione il vostro atteggiamento deve essere sempre molto NEUTRO, cercate di parlare poco e di toccarlo ancora meno.  Se invece si dimostra socievole fategli tante coccole e parlategli  (bravo… ma quanto sei bravo…). Nel caso si agiti o abbai, anche qui, è importante che sia corretto.



Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.




mercoledì 27 marzo 2013

cucciolo di Border Collie





Buonasera
Il mio compagno e io abbiamo deciso di adottare un cucciolo di Border Collie.

Dopo aver preso informazioni ci siamo recati, il 9 Febbraio scorso, in un allevamento.

Arrivati sul posto ci hanno fatti accomodare in una stanza, dove sono stati portati 5 o 6 cuccioli di 2 mesi ( nati il 7 Dicembre). 

Dopo aver fatto la nostra scelta e la registrazione l'incaricata ci ha informati che la loro prassi prevede la consegna del cane all'età di almeno tre mesi e che durante questo intervallo di tempo non avremmo potuto andare a trovare il cucciolo.

Siamo quindi rimasti d'accordo che avremmo richiamato all'inizio del mese successivo.
Il 4 Marzo abbiamo telefonato, per sentirci dire che per i cuccioli di Border (la struttura ospita infatti diverse altre razze canine) era ancora troppo presto e di richiamare quindi verso la metà del mese. 

Cosa che abbiamo fatto proprio oggi, sentendoci rispondere che la data prevista per la consegna è per la fine di Marzo e di chiamare nuovamente il 28 per prendere il relativo appuntamento. 

Alla nostra domanda, se non fosse possibile averlo un po' prima, la stessa incaricata ha opposto un generico "no, dobbiamo fare le cose per bene..." senza fornire ulteriori spiegazioni.

A conti fatti, quando ce lo consegneranno, il cane avrà più di 3 mesi e mezzo. 

Vorrei sapere se una simile attesa è spiegabile o giustificabile e se è frequente che ai futuri proprietari del cane sia proibito andare a trovare di tanto in tanto il cucciolo per verificarne lo stato di salute e vederlo magari insieme alla madre e ai fratellini. 

A suo tempo, ci è infatti stato mostrato esclusivamente il padre.

Grazie per la cortese attenzione e per la risposta che vorrete fornirmi.

Roberta
_________________________________________________



Ciao Roberta,
quello che hai descritto è quello che dovrebbe sempre succedere se ti rivolgi ad un allevatore serio. 

Capisco la voglia di vedere e toccare il proprio cucciolo, ma se è vero che i cuccioli possono essere staccati dalla cucciolata ed entrare nella nuova famiglia dai 60 giorni di vita, è altrettanto vero che è buona regola che restino con la madre e i fratelli almeno per tre mesi buoni.

Tre mesi sono assolutamente indispensabili perché il cucciolo completi la socializzazione e perché sia pronto da un punto di vista fisico, mentale e immunitario per entrare nella sua nuova famiglia.

Per quanto riguarda le visite ai cuccioli, bisogna essere consapevoli che, non avendo completato il ciclo delle prime vaccinazioni e non avendo ancora un sistema immunitario sviluppato, i cuccioli sono molto delicati e vulnerabili a diverse malattie.

Se l'allevamento è di tipo amatoriale generalmente non ci sono grossi problemi per le visite ai cuccioli perché generalmente l'ambiente è familiare e le visite si limitano a qualche persona.

Se invece  l'allevamento produce molte cucciolate all'anno, se fosse permesso a tutti i  Clienti di  visitare il proprio cucciolo si creerebbe un viavai di persone che potenzialmente può portare nell'allevamento una quantità notevole di agenti patogeni (virus batteri ecc.) deleteri per le cucciolate.

Qualche giorno in più d'attesa ti darà la garanzia di avere un cane più sano ed equilibrato per questo penso che l'allevatore al quale vi siete rivolti si sia comportato in modo serio e professionale.

Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.



mercoledì 20 luglio 2011

Stella - Cane ex carcerato da recuperare


Carissimo Ezio ,sono di nuovo Daniele (del post del 21 Giugno ...) Grazie stramille per la risposta ..Il collare DAP ( non DOP come avevo erronemente scritto) mi e' stato consigliato dal veterinario .Collare che emana per circa 4 settimane una sostanza leggermente ansiolitica per "calmare"  lo stato di agitazione e stress del cane ,sostanza che anche la mamma dei cuccioli emana in qualche modo ...Stella ,questo il nome del cane, ha dormito 2 notti nel box esterno...  poi come dici tu ,il vizio ,che poi anch io non lo ritengo tale ,di farla dormire in casa ha prevalso. Nonostante un grande giardino, la porto spesso fuori a passeggiare. Devo correggere un paio di atteggiamenti : il primo e' che l'ho lasciata in un campo a correre senza guinzaglio.....  non  l’avessi mai fatto. E’ scappata, si e' infilata in casa di altri .. e io a corregli dietro urlando (cosa sbagliatissima credo, ma avevo paura andasse per strada ecc..) Sai essendo stata chiusa in un box per 3 anni......  per lei e' tutto nuovo. La seconda e' che mi dicono i vicini (qualcuno anche moltoooo arrabbiato )  che durante le mie assenze abbaia al primo che passa ...se poi e' un altro cane,  non ti dico ..  spero potere avere qualche consiglio da te per il suo e il bene di tutti ..  Grazie ancora a te e a tutti gli amanti dei cani e animali tutti...   Daniele


Grazie a te Daniele : -)))

Ti sei preso un bell’impegno davvero, e dalle tue parole traspare l’amore e la voglia di riuscire a recuperare l’equilibrio di questo cane dopo la prigionia che ha dovuto subire.

Personalmente non credo ai farmaci  per calmare i cani  (collare DAP). Secondo te sta funzionando?

Con la tua Stella ci vorrà parecchia pazienza. 

Penso che a lei manchi una connessione col  mondo e che pertanto il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di fare in modo che la trovi.

Il tramite fra IL MONDO ESTERNO e IL TUO  CANE STELLA sei TU.

Il giardino per il cane non è altro che una gabbia più grande e se vuoi recuperare il cane devi fargli capire che ora non è più in prigione, adesso fa parte di un branco… ha una guida, un capobranco autorevole,  calmo/assertivo e determinato.

Devi esercitarti a fargli capire che adesso sei tu il suo capobranco. Con una femmina dovrebbe venire anche più naturale.

Ci sono alcune piccole cose/atteggiamenti/comportamenti  al quale ti devi attenere per farti riconoscere come capobranco e far sì che la cagnetta si tranquillizzi.

Cose come.... non permettere che esca prima di te quando apri la porta,  non permettere che ti salti addosso,  non lasciare che stia davanti a te quando siete in passeggiata (tranne quando glielo permetti per esplorare un po’), zittirla immediatamente quando si mette ad abbaiare ai passanti o agli altri cani (devi intervenire prima che il cane si ecciti) ecc..

Con un po’ di esercizio riuscirai a fare queste cose senza alzare la voce e senza stress.

Se sei calmo e assertivo trasmetti questo stato al cane.

La passeggiata deve diventare la tua palestra per conoscere il cane e stabilire un vero legame tra capobranco e gregario.
Con la passeggiata "ben strutturata"  imparerà a conoscere il mondo e tutte le cose/animali/persone che ne fanno parte. 

I suoi pericoli.... automobili, biciclette, skate board. 
Potrà fare la pipì e in questo modo  marcare il proprio territorio.

Se è proprio piena di energia/stress da scaricare puoi farle fare delle corse utilizzando la bicicletta o i pattini.

Per quanto riguarda il rapporto con gli altri cani (abbaio/agitazione)  l’unico sistema è metterlo in contatto con altri animali della sua specie che gli possano insegnare come si può vivere civilmente ai nostri tempi.

Ti consiglio di cercare un centro cinofilo vicino a dove abiti e cominciare a frequentarlo.

Sicuramente troverai delle persone eccezionali che sapranno introdurre il tuo cane alla conoscenza dei suoi simili (tecnicamente si chiama socializzazione), e ti potranno dare dei consigli diretti sulla gestione/riabilitazione della tua Stella.

Ti consiglio di vedere questo video corso interessante sull'educazione del cane in casa propria: (clicca sull'immagine qui sotto)



Tienimi aggiornato.

(ezio(@)addestramento-del-cane.com)


giovedì 19 novembre 2009

Preaddestramento


Affinché un cucciolo possa diventare un cane adulto maturo, consapevole ubbidiente e felice, è indispensabile che passi attraverso alcune "fasi propedeutiche".

IMPRINTING
Tra la terza e la settima settimana di vita il cane impara a riconoscere come conspecifici tutti gli animali che interagiscono con lui, compreso l'uomo.

Il ruolo dell'allevatore è dunque di fondamentale importanza, perché un cucciolo che non abbia ricevuto un imprinting corretto verso l'uomo avrà delle grossissime difficoltà una volta adulto a comunicare con gli umani.

SOCIALIZZAZIONE
Fra la nona e la dodicesima settimana il cucciolo impara le regole che vigono nel suo branco. Che ci sono individui di rango superiore ai quali bisogna obbedire e individui di livello paritario o inferiore ai quali non è necessario obbedire ma che anzi possono essere sottomessi.

Se il cane non vede l'uomo come un superiore ,ogni volta che gli si chiede qualcosa sarà messa in discussione e si potrà ottenere la sua collaborazione solo obbligandolo con la violenza.

Da parte sua anche l'uomo deve adeguarsi se vuole che la sua comunicazione con l'animale sia di buon livello e quindi il rapporto sia ottimale, e questo significa che chiunque voglia ottenere dei buoni risultati con un cane deve studiarsi un po' di etologia e psicologia canina.

Dato per scontato che l'allevatore abbia fatto un buon lavoro, il cucciolo arriva nella sua nuova casa e.....
(cito Valeria Rossi nel libro "L'addestramento del Cane")...

Il cucciolo vuole andare a dormire sul letto del padrone. Il padrone la prima volta lo fa scendere, gli spiega dolcemente ma decisamente che il suo posto è nella cuccia, ce lo porta e lo lascia lì.
Cinque minuti dopo, il cucciolo torna all'attacco e il padrone ripete l'identica trafila.
Dieci minuti dopo il cucciolo è di nuovo lì che raspa le coperte e mugola in perfetto stile strappalacrime.

Il padrone a questo punto ha tre possibilità:

1. Si arrende e lascia salire il cucciolo. Risultato il cucciolo dormirà nel letto del padrone per tutta la vita. Ma non è tutto quì. Il cane pensa anche che il padrone sia un incoerente e una pappamolla, pessimo capobranco. Voto 0.

2. Si infuria, picchia il cucciolo e lo riporta con le maniere forti nella sua cuccia, urlandogli contro. Coerente, ma con i nervi troppo fragili per diventare un capobranco affidabile. Voto 0.

3. Con lo stesso tono di voce di prima, spiega al cucciolo che è inutile insistere: lo prende e lo deposita fermamente, ma delicatamente nella sua cuccia. Perfetto comportamento da capobranco. Voto 10.
Solo che bisogna essere in grado di farlo anche dopo l'ennesimo tentativo che arriva verso le 5 del mattino.....

Se ti è piaciuto questo post, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi lasciare delle osservazioni qualsiasi commento sarà comunque gradito.