addestramento ed educazione dei cuccioli e del cane adulto

martedì 26 febbraio 2013

Ansia da separazione



Ciao Ezio ho un grande problema con la mia piccola pinscher di 6 anni.

È fantastica,molto affettuosa, ascolta quasi sempre però quando la lascio sola in appartamento per tutto il tempo abbaia,piange e ulula senza sosta dandomi anche grande dispiacere perchè so che soffre. 


Spero tu possa darmi qualche consiglio per risolvere questo grave problema.

Grazie e complimenti per il blog molto interessante Luca.
________________________________________________

 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato





L'ansia da separazione è un problema molto diffuso.

E' spesso dovuta all'impossibilità che abbiamo di rendere il cane indipendente in alcune occasioni e all'iperattaccamento che spesso sviluppiamo (cane e padrone).

E' importante capire che il coinvolgimento emotivo verso il cane, nel momento in cui è triste porta spesso ad un peggioramento della situazione. Quindi dobbiamo innanzitutto capire che per risolvere questo problema del cane è importante dargli una mano ma dal suo punto di vista.

Io comincerei con:


  • Abituiamo il nostro cane a stare da solo gradualmente ma prima possibile
  •  Al mattino alziamoci dieci minuti prima e facciamogli fare una bella passeggiata, più è stanco meno si annoierà.
  • Venti minuti prima di uscire di casa e lasciarlo solo iniziamo a fare un esercizio (per noi) di distacco: cerchiamo di non guardarlo, non parlargli e non coccolarlo. Comportiamoci con assoluta indifferenza, pace e tranquillità uscendo dalla porta come se dovessimo tornare un minuto dopo.
  • Lasciamo al nostro amico dei giochi e limitiamo il suo accesso a poche stanze (meglio ad una sola).
  • Quando rientriamo a casa lasciamo pure che lui faccia tutte le sue feste ma cerchiamo di ignorarlo (cordialmente) per circa venti minuti o comunque fino a quando, rassegnato alla nostra pacifica indifferenza, non si metterà sdraiato al suo posto.
  • Non incoraggiamo i suoi atteggiamenti di iperattaccamento (se per esempio ci segue in tutte le stanze della casa) cercando di non prestare attenzione alle sue “avance”. Andiamo invece ad accarezzarlo e lodarlo quando è tranquillo sulla sua cuccia. 
  • Usiamo un diffusore di feromoni 
Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito. 




venerdì 22 febbraio 2013

Gara di Sleddog di beneficenza Pian Cansiglio 3 marzo 2013



lunedì 4 febbraio 2013

Labrador Retriever iperattivo

Ciao Ezio

Sono Serena ho un piccolo problemino con il mio cane ho un labrador di un anno,
l'unica cosa che gli ho insegnato è stare seduta e darmi la zampa, vorrei un aiuto anzi più di uno se è possibile,
allora la sera la faccio dormire fuori ha la sua cuccia e il suo spazio, ma appena io rientro le inizia ad abbaiare in un modo fastidioso
e prima se la sgridavo gli dicevo zitta stava ora nn ci faccio niente più e inizia anche a ringhiare quando mi vede che vado per sgridarla.
gli ho comprato anche un giochino, una palla da cui esce il cibo se trova il verso giusto solo che dopo due giorni l'ha distrutta 
questo è il primo problema 

il secondo e che quando qualcuno mi viene a trovare a casa lei inizia ad annusarlo e poi nn lo lascia più stare,
gli va vicino che vuole essere accarezzata oppure se è in piedi si mette a saltare come una pazza, gli porta i giochi e glieli mette addosso,
e poi se vai per giocare si mette a correre intorno al tavolo e nn ti da il giochino e si mette ad abbaiare. e abbaia anche quando passa qualcuno fuori
anche da lontano o passano vicino al nostro cancello con la macchina 

un'altro problema e che nn fa i bisogni fuori, cioè la pipi si ma altro no, stiamo al parco per più di un'ora giochiamo lei corre come una matta,
al ritorno passiamo dal posto dove lei fa solitamente la pipi, fa la pipi e poi basta, arrivo a casa la chiudo e lei dopo due minuti che fa????
i bisogni dietro la cuccia, può stare tutto il giorno dentro ma quando la porto fuori nn fa niente.

e poi è dispettosa se la lascio sola dentro casa dopo due minuti va in camera e mi prende tutto quello che trova ora si è data ai peluche....


in attesa di una risposta
ti ringrazio moltissimo in anticipo

Serena 

__________________________________


Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato


 
Ciao Serena,



qui c’è un bel po’ di lavoro ma dalla tua descrizione il problema è si fastidioso ma abbastanza frequente nei labrador che sono cani adorabili ma solitamente iperattivi.



Tutti questi comportamenti possono infatti essere riportati ad iperattività; in breve il tuo cane possiede molta energia e non riesce a gestirla. Ha quindi inventato dei comportamenti che le permettono di scaricare questa energia.



Dobbiamo procedere per step quindi ti darò del lavoro da fare per le prime settimane ma dopo dovrai ricontattarci per proseguire con altri esercizi:



1.        Dovresti aumentare la durata delle uscite o quantomeno trovare il modo che durante queste tu possa lasciarlo giocare in un area cani dove possa divertirsi con i suoi simili.

2.        Se puoi, almeno un uscita cerca di cambiare percorso.

3.        Almeno una volta alla settimana cerca di portarlo in un posto molto affollato (in centro, al mercato, in stazione ecc…)

4.        Cerca di avere un atteggiamento molto distaccato quando la vedi agitata ma ricordati di andare subito a farle una carezza quando è tranquilla.

5.        Testa il tuo atteggiamento quando rientri a casa. Prova a non darle attenzione e non parlarle fino a che non si mette a cuccia.

6.        Insegnale un esercizio con il clicker, quando devi darle da mangiare (se hai bisogno ti spiegherò in seguito i dettagli)

7.        Fai almeno 20 minuti di esercizi di educazione di base tutti i giorni (anche qui se hai necessità ti spiegherò nel dettaglio)
Prova a introdurre queste prime cose e poi facci sapere come va e proseguiremo un passo alla volta per riportare la tua bimba ad una situazione di serenità. 

 



 
Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.

martedì 29 gennaio 2013

Chihuahua che sporca in casa



Gentile signor ezio, le scrivo per chiedere un consiglio! Da una ventina di giorni è entrato a far parte della mia famiglia un cucciolo di chihuahua. Presa confidenza con lui posso dire che è il cane su misura per noi, è perfetto sotto ogni punto di vista se non per il particolare che sporca ovunque gli capiti all' interno della casa. Appena preso per i primi giorni ha sempre sporcato sulla traversina con il relativo premio. Con il passare del tempo però ha cominciato a perdere quest'abitudine sporcando in qualunque posto, tendendo a nascondere il tutto. Colto sul fatto lo blocco con un no secco, con un leggero colpetto sul sedere e lo sposto sulla traversina. Tutto ciò però non funziona e se prima almeno la pipì continuavo a trovarla sulla traversina adesso neanche più quella! Se fosse disponibile per un aiuto la ringrazierei infinitamente. Confidando in una sua risposta, a presto
Valentina

 ______________________________
 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato





Ciao Valentina,

e tanti auguri per il nuovo arrivato. Sono sicuro che, a parte questi piccoli problemi, sarà un'avventura fantastica.


Moltissimi cani se abituati a sporcare sulla traversina iniziano poi a sporcare in tutta la casa. Non so spiegarti esattamente il meccanismo ma fatto sta che succede davvero molto spesso.


E' importante quindi che inizi dopo aver sgridato (in maniera secca, senza cattiveria e senza sculacciata) il cane lo porti all'esterno in modo che capisca che lì è il posto in cui si fa la pipì. Quando succederà dovrai essere entusiasta e riempirlo di coccole.

Per aiutarlo a capire è fondamentale che:

1) riduci i suoi spazi di accesso, più è grande il posto in cui vive più sporcherà

2) dai l'accesso libero alla casa solo quando ci sei tu e puoi sorvegliarlo

3) ogni volta che trovi una pipì, pulisci senza farti vedere e poi metti, ad ora di pranzo o cena, la sua ciotola in quel punto.



Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito.

domenica 20 gennaio 2013

Setter inglese irrequieto in passeggiata

Setter Inglese
(Allevamento Fongaro's)

Salve Ezio,
ho un setter di 3 anni che porto tutti i giorni a correre lungo l'argine. In questo contesto  gli metto il guinzaglio solo quando vedo arrivare altri cani che non conosco (altrimenti lo lascio libero di annusare e correre a fianco a me). 

Generalmente quando vede arrivare altri cani va loro incontro, a volte anche fermandosi ad un certo punto e mettendosi in posizione di terra.

Poi tende ad avere un atteggiamento socievole. Ho notato però che se incontra cani che lo guardano con aggressività inizia ad abbaiare "furiosamente" dirigendosi verso l'altro animale.

All'incontro successivo con lo stesso cane ripete con forza l'abbaio e non dimentica. In queste situazioni io ovviamente gli metto anticipatamente il guinzaglio.

Vorrei sapere se c'è una tecnica per evitare questo comportamento.

Grazie mille.

Saluti Caterina
_______________________________________________

 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale
 Michele Caricato




Ciao Caterina,

sembrerebbe che il tuo cane protesti vivamente pe il fatto che il cane che incontra abbia un atteggiamento minaccioso.

E' un modo di esprimersi corretto e ci fa capire la grande voglia di interagire e l'approccio positivo del tuo cane.

Non ci sono grandi correzioni da fare secondo me.

Potresti invece fare un ricondizionamento positivo:

ogni volta che state per reincontrare il cane "malefico" cerca di anticipare le sue intenzioni e premialo con un bocconcino PRIMA che inizi la sua scena o meglio ancora PRIMA che veda il cane.

Tienilo seduto vicino a te, premialo nuovamente e non appena l'avversario passa tira fuori una pallina e corri con lui dalla parte opposta a quella dove si è diretto l'altro cane.




 _______________________________________

Facci sapere come va

ezio(@)addestramento-del-cane.com
________________________________________

Se questo post ti è piaciuto, oppure se non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito. 

giovedì 17 gennaio 2013

Cane Corso che non vuole uscire

Cane Corso Momo della Valle degli Orsi Ali


Salve! Sono Lisa, ho un cane corso di circa 1 anno e mezzo, abituato a stare in giardino senza uscire perché fino a qualche mese fa avevamo tanti cani e non riuscivano a farli uscire tutti dato che io studio e i miei lavorano. Ora, la scorsa volta ho deciso di comprarle il guinzaglio, ma non appena gliel'ho messo al collo si è piantata per terra e non si è mossa più. Tutti i tentativi sono stati inutili, biscottini, carezze, esortazioni. So che fa così perché magari non sa cosa vuol dire, ma mi può dire cosa posso fare per farla tranquillizzare?
È importante per me, la vedo terrorizzata!

Tante grazie in anticipo.


 Risponde l'istruttore cinofilo e consulente comportamentale 
 Michele Caricato


Ciao Lisa,


il comportamento del tuo cane è abbastanza normale. 
Tutte le esperienze che non vengono fatte fino ai 5 mesi sono sempre molto difficili da proporre perchè il cane ha spesso un atteggiamento sospettoso.


Detto questo non preoccuparti, armati di un pò di pazienza e comincia un piccolo programma per abituare lentamente il tuo cane al guinzaglio.


1) per la prima settimana mettigli collare e guinzaglio prima della pappa o di altri momenti per lui piacevoli. non tenerlo tra le mani ma lascia che lui se lo porti in giro intanto che mangia o gioca con te. durata 10 minuti.


2) la seconda settimana, stesso procedimento ma lasciaglielo per almeno 20 minuti.


3) terza settimana prendi in mano il guinzaglio e segui il cane in giardino, senza guardarlo mai, con indifferenza, senza farti tirare ma comunque cercando di non bloccarlo.


4) quarta settimana come la seconda.


5) quinta settimana inizia a seguire il cane e poi, sempre senza guardare cosa fa, muoviti lentamente verso la direzione che preferisci. Meglio un percorso in linea retta che fai (su e giu') per una decina di minuti. NON voltarti se si blocca, fermati un attimo e poi procedi in avanti.


6) sesta settimana..... pronti ad uscire. Pochi minuti all'inizio poi aumenta.



Michele Caricato 




Se questo post ti è piaciuto, oppurese non ti è piaciuto o se semplicemente vuoi esprimere la tua opinione, un tuo commento sarà in ogni caso gradito
.